Cistite cronica interstiziale: cos’è è quali sono i sintomi?

La cistite cronica interstiziale, chiamata anche sindrome della vescica dolorosa, è una condizione patologica rara e molto complessa che può causare disagio e dolore cronico nelle donne.

Chi soffre di cistite cronica interstiziale presenta una terribile infiammazione del rivestimento interno della vescica. Questo può portare a sintomi come dolore pelvico, bisogno frequente di urinare e, a volte, anche dolore durante i rapporti sessuali!

Purtroppo, non si conosce ancora la causa esatta di questa condizione e inoltre i sintomi possono variare da persona a persona. Questo rende davvero difficile non solo capirne le cause ma anche stabilire una diagnosi corretta e veloce. I sintomi variano di paziente in paziente, si possono sperimentare solo lievi fastidi o, in altri casi, dolore intenso e impatti significativi sulla qualità della vita.

combattere-la-cistitecombattere-la-cistite

SuperGuida Cistite: sintomi, rimedi e domande

Questo articolo è pensato come un’enciclopedia della cistite, troverai tutte le informazioni necessarie per conoscere quest’ospite indesiderato.


Differenze tra cistite comune e cistite cronica interstiziale 

La cistite e la cistite interstiziale sono due condizioni che coinvolgono la vescica, ma ci sono differenze importanti tra le due nonostante presentino una sintomatologia simile. Vediamo quali sono le differenze principali:

  • Cistite Comune: può essere causata da batteri, virus o irritazioni chimiche. Spesso associata a infezioni del tratto urinario (ITU), in particolare a infezioni batteriche.
  • Cistite Interstiziale (o Sindrome della Vescica Dolorosa): condizione cronica della vescica caratterizzata da dolore e disagio, la sua causa esatta non è ancora conosciuta. Non è causata da infezioni batteriche ma potrebbe coinvolgere anomalie nella parete della vescica, danni ai nervi o fattori genetici.

In sostanza, la differenza principale sta nelle cause: mentre la cistite “classica” è principalmente causata da batteri, quella interstiziale presenta motivazioni più complesse se non addirittura spesso sconosciute.

cistite-differenze

Come riconoscere i sintomi della cistite interstiziale?

La cistite interstiziale manifesta gli stessi sintomi della cistite infettiva, come bruciore e dolore durante la minzione, dolori pelvici e sensazioni dolorose durante lo svuotamento della vescica. Inoltre, si avverte un forte stimolo a urinare in modo frequente. Tuttavia, a differenza della cistite infettiva, non emergono segni di infezione nelle analisi microbiologiche e l’assunzione di antibiotici non produce alcun miglioramento!

La cistite interstiziale, inoltre, è spesso accompagnata da dolori vaginali talmente intensi da rendere davvero impossibile avere rapporti sessuali


“La cistite cronica interstiziale può davvero influire sulla qualità della vita”


Cause della cistite cronica interstiziale

La cistite interstiziale è una patologia cronica che presenta un grande punto interrogativo quando bisogna guardare alle cause. Ancora non si conoscono i fattori determinanti che causano questa condizione. Tuttavia, ci sono diverse ipotesi che potrebbero contribuire allo sviluppo della cistite interstiziale:

  • Anomalie della Parete Vescicale: queste anomalie potrebbero compromettere la capacità della vescica di proteggersi dall’irritazione.
  • Danni ai Nervi: lesioni o danni ai nervi intorno alla vescica potrebbero influenzano la regolazione dei segnali di dolore e delle funzioni vescicali.
  • Infiammazione: non è chiaro se l’infiammazione sia la causa principale o un sintomo.
  • Fattori Immunitari: alcuni studi ritengono che le disfunzioni del sistema immunitario possano rendere il corpo più suscettibile alle infiammazioni.
  • Fattori Genetici: esiste la possibilità che ci sia una predisposizione genetica per la cistite interstiziale.
  • Sostanze Irritanti nella Vescica: l’uso di determinate sostanze chimiche o irritanti nella vescica potrebbe contribuire alla cistite interstiziale.
  • Fattori Ormonali: alcune donne notano che i sintomi della cistite interstiziale possono variare in relazione al ciclo mestruale.

Gli studi scientifici su questa patologia sono ancora in corso e, attualmente, gli approcci terapeutici si concentrano sulla gestione dei sintomi piuttosto che sulle cause. Se sospetti di avere la cistite interstiziale, recati da un medico specializzato per una diagnosi accurata e un piano terapeutico adatto alle tue esigenze.

sintomi-cistite-interstiziale

La diagnosi per la cistite interstiziale

Quando la cistite si ripresenta in continuazione, è necessario consultare il medico per indagare a fondo sulla situazione clinica della propria vescica, per escludere o confermare che si tratti di cistite interstiziale. Meglio agire subito, in quanto la diagnosi può essere un processo lungo che coinvolge diverse fasi:

  • Anamnesi: colloquio per raccogliere informazioni sulla tua storia clinica, i sintomi che stai sperimentando e eventuali fattori scatenanti.
  • Esclusione di Altre Condizioni: il medico cercherà di escludere altre cause possibili di sintomi simili, come infezioni del tratto urinario, calcoli renali o disturbi ginecologici.
  • Esami delle Urine: per escludere un’infezione del tratto urinario. Nella cistite interstiziale, gli esami microbiologici generalmente non mostrano segni di infezione.
  • Cistoscopia: esame clinico in cui un sottile tubo con una telecamera (cistoscopio) viene inserito attraverso l’uretra per esaminare la parete interna della vescica. La presenza di ulcere o aree di sanguinamento può suggerire la presenza di cistite interstiziale.
  • Biopsia della Vescica: in alcuni casi, potrebbe essere eseguita una biopsia della vescica per esaminare il tessuto.
  • Diario delle Minzioni: potrebbe essere chiesto di tenere un diario delle minzioni per registrare i dettagli sui tuoi schemi urinari.
  • Esclusioni Alimentari: potrebbe essere consigliato un periodo di esclusione di determinati alimenti dalla dieta per vedere se ciò ha un impatto sui sintomi.

La diagnosi, quindi, si basa su un processo di esclusione di varie condizioni. È importante essere pazienti e comunicare ogni dettaglio al medico.


“Se ti riconosci nei sintomi, recati da un professionista del settore”


    Cure naturali per la cistite interstiziale

    Come già anticipato, non esiste una cura definitiva per trattare la cistite interstiziale perché, appunto, le cause non sono ancora state scoperte.

    Tuttavia, come già detto precedentemente, l’approccio terapeutico più utilizzato è quello di trattare principalmente la sintomatologia con varie terapie in base al caso clinico specifico. Fortunatamente esistono delle strategie naturali per trattare o prevenire questa condizione che si possono applicare per trovare un po’ di sollievo.

    Dieta per cistite interstiziale

    La dieta può giocare un ruolo importante nella gestione dei sintomi della cistite interstiziale. Ecco alcuni consigli per effettuare una dieta pensata appositamente per prevenire o curare la cistite:

    • Evitare Alimenti Irritanti: caffè, tè nero, bevande gassate, alcol, cioccolato, agrumi, pomodori, cipolle, spezie e cibi piccanti possono irritare la vescica. 
    • Moderare l’Assunzione di Alimenti Acidi: ridurre l’assunzione di agrumi, succhi di frutta acidi e pomodori può essere benefico.
    • Limitare Alimenti Ricchi di Potassio: moderare l’assunzione di alimenti ricchi di potassio, come banane e patate dolci.
    • Aumentare l’Idratazione: bere acqua può contribuire a diluire l’urina e ridurre la concentrazione di sostanze irritanti nella vescica.
    • Integratori con Cranberry e D-Mannosio: hanno proprietà anti-infiammatorie.
    • Diario Alimentare: compila un diario alimentare per monitorare quali cibi o bevande sembrano influire sui tuoi sintomi. 
    • Alimentazione a Basso Contenuto di Istamina: alcuni pazienti con cistite interstiziale potrebbero trarre ulteriori fastidi con l’assunzione di cibi ad alto contenuto di istamina, come formaggi stagionati e alimenti fermentati.

    Zenzero e cistite interstiziale

    Lo zenzero è una radice aromatica comunemente utilizzata come spezia e in diverse preparazioni culinarie. Ha anche una lunga storia di utilizzo tradizionale per diverse proprietà benefiche per la salute, inclusa la sua potenziale azione anti-infiammatoria che può aiutare con il dolore associato alla cistite.

    Curcuma e cistite interstiziale

    Come lo zenzero, anche la curcuma possiede proprietà antinfiammatorie e antiossidanti grazie al suo componente attivo chiamato curcumina. Alcuni studi preliminari suggeriscono che la curcumina potrebbe avere benefici nell’affrontare l’infiammazione e il dolore associati alla cistite. 

    Tisane per cistite interstiziale

    Le tisane possono essere un modo confortante per idratarsi e fornire sollievo temporaneo durante gli episodi di cistite. Ecco le tisane consigliate: camomilla, finocchio, liquirizia, zenzero, malva, uva ursina e rosa canina.


    “Esistono strategie naturali per alleviare il dolore”


    Menopausa e cistite interstiziale

    La menopausa può influenzare la cistite interstiziale in diverse maniere, poiché i cambiamenti ormonali che si verificano durante questo periodo possono avere un impatto sulle condizioni del tratto urinario. Alcuni fattori chiave includono:

    • Secchezza vaginale: la diminuzione dei livelli di estrogeni può causare secchezza vaginale. Questa condizione può aumentare il rischio di infezioni del tratto urinario.
    • Cambiamenti nella vescica: i cambiamenti ormonali possono influenzare la parete della vescica e aumentare la suscettibilità a irritazioni e infiammazioni.

    Per gestire i sintomi della cistite interstiziale durante la menopausa, potrebbero essere adottate alcune strategie:

    • Terapia ormonale: alcune donne possono trarre beneficio dalla terapia ormonale sostitutiva (HRT) per affrontare la secchezza vaginale e altri sintomi legati alla menopausa.
    • Idratazione: bere molta acqua può contribuire a mantenere la vescica ben idratata e ridurre l’irritazione.
    • Cambiamenti nella dieta: alcune donne trovano beneficio attraverso cambiamenti nella dieta, come l’evitare cibi e bevande che possono irritare la vescica.
    • Fisioterapia pelvica: l’esercizio fisico mirato può contribuire a rafforzare i muscoli pelvici e migliorare i sintomi.

    Cistite interstiziale e gravidanza

    Le donne con cistite interstiziale possono sperimentare delle variazioni della condizione patologica durante la gravidanza, potrebbe esserci un miglioramento oppure addirittura un peggioramento. Ciò potrebbe essere influenzato dalle fluttuazioni ormonali e da altri cambiamenti fisiologici tipici della gravidanza. Dunque, è importante tenere in considerazione alcuni fattori:

    • Saper gestire la cistite interstiziale durante la gravidanza: alcuni farmaci comunemente prescritti per la cistite interstiziale potrebbero non essere raccomandati durante la gravidanza, quindi è essenziale parlare con il proprio medico per sviluppare un piano di gestione sicuro per la madre e per il feto.
    • Monitoraggio regolare: le donne con cistite interstiziale in gravidanza possono richiedere un supporto per un monitoraggio regolare della sintomatologia da parte del loro team medico, in questo modo si potrà adattare il trattamento in base alle esigenze dei diversi stadi della gravidanza.

    In ogni caso, è fondamentale che le donne in gravidanza con cistite interstiziale comunichino ogni variazione al  ginecologo per sviluppare un piano di gestione adeguato che tenga conto delle esigenze individuali.

    cistite-gravidanza

    Endometriosi e cistite interstiziale

    L’endometriosi e la cistite interstiziale sono due condizioni mediche distinte, ma possono verificarsi insieme e condividere alcune caratteristiche sintomatiche. 

    L’endometriosi è una patologia che consiste nella crescita dell’endometrio, mucosa che riveste la cavità uterina, al di fuori dell’utero. Questo tessuto può accumularsi su o intorno agli organi pelvici, causando infiammazione, dolore, e formazione di aderenze.

    In alcuni casi, le donne con endometriosi possono anche sviluppare la cistite interstiziale o viceversa. Le due condizioni possono essere difficili da distinguere a causa della sovrapposizione dei sintomi, oltre al fatto che entrambe possono contribuire al dolore pelvico cronico.

    La gestione delle due patologie richiede un approccio multidisciplinare e personalizzato. Il trattamento può includere:

    • Farmaci: antinfiammatori, antispastici e quelli per il controllo del dolore possono essere prescritti per alleviare i sintomi.
    • Terapie fisiche: la fisioterapia pelvica può essere utile per alleviare il dolore e migliorare la funzione muscolare.
    • Cambiamenti nella dieta: ridurre il consumo di alimenti noti che irritano la vescica.
    • Interventi chirurgici: in alcuni casi, la chirurgia può essere considerata per trattare l’endometriosi.

    La gestione complessa di queste condizioni richiede la consulenza di specialisti come ginecologi, urologi, fisioterapisti e altri professionisti della salute.


    Colon irritabile e cistite interstiziale

    La cistite interstiziale (CI) e il colon irritabile (IBS) sono due condizioni mediche separate, ma possono verificarsi insieme e spesso condividono alcune caratteristiche sintomatiche. Entrambe sono condizioni croniche che coinvolgono disturbi della funzione del tratto urinario e del tratto gastrointestinale

    Il colon irritabile è un disturbo funzionale dell’intestino caratterizzato da sintomi come dolore addominale, gonfiore, diarrea e/o stitichezza. Si tratta di una condizione comune, ma la sua causa precisa non è ancora completamente compresa.

    Le due patologie possono essere collegate attraverso il concetto di “sindrome da dolore pelvico cronico“, in cui il paziente sperimenta un dolore persistente nella regione pelvica che coinvolge la vescica, l’intestino e talvolta altri organi.

    I pazienti con cistite interstiziale possono talvolta presentare sintomi del colon irritabile o viceversa. Quali sono i fattori che possono contribuire a questa sovrapposizione di sintomatologie?

    • Coinvolgimento del sistema nervoso: entrambe le condizioni coinvolgono il sistema nervoso e possono essere influenzate da fattori psicologici e dello stress.
    • Infiammazione: alcuni pazienti con cistite interstiziale possono avere infiammazione anche nell’area intestinale.

    Il trattamento può includere modifiche nella dieta, farmaci per il controllo del dolore, farmaci antispastici, terapie fisiche e gestione dello stress. Anche in questo caso, la gestione efficace spesso richiede un approccio multidisciplinare.


    Cistite interstiziale e rapporti sessuali

    La cistite interstiziale può influenzare negativamente la sfera sessuale di una persona e, dunque, anche la relazione in generale.  Ecco alcune delle complesse condizioni causate dalla cistite interstiziale:

    • Dolore durante i rapporti sessuali (dispareunia): può essere causato dall’infiammazione della vescica o da tensioni muscolari nella zona pelvica. 
    • Maggiore sensibilità pelvica: la cistite interstiziale può rendere la zona pelvica più sensibile, e ciò può influire sulla percezione delle sensazioni durante l’attività sessuale.
    • Paura del dolore: l’esperienza passata di dolore durante i rapporti può portare ad ansia e paura del dolore futuro, creando un circolo vizioso che può influire negativamente sulla vita sessuale.

    Per gestire questi problemi, è importante adottare un approccio multidisciplinare che coinvolga diversi professionisti della salute come ginecologi e urologi, fisioterapisti pelvici, psicologi o terapisti sessuali.

    Può essere utile comunicare apertamente con il partner per cercare insieme nuovi modi per mantenere una vita sessuale soddisfacente, magari esplorando altre forme di intimità.


    Associazione italiana cistite interstiziale 

    L’Associazione Italiana Cistite Interstiziale  rappresenta un punto di riferimento cruciale per coloro che si trovano ad affrontare la complessità della cistite interstiziale.

    Impegnata nella diffusione di informazioni sulla patologia,  nell’offerta di supporto e nell’incoraggiare la condivisione di esperienze, l’AICI si pone l’obiettivo di fornire risorse concrete per affrontare questa condizione medica. Se cerchi aiuto, non esitare a contattare questa realtà!



    Dottor Benessere

    II Dottor Benessere è un’idea, una tensione e una filosofia che condividiamo qui in Farcomed. Mario, Vinni, Mena, Mara, siamo in tanti a collaborare attivamente alla produzione di contenuti . Perchè crediamo in prodotti naturali alla ricerca del benessere e del bell’essere.

    logo farcomed

    Via P. De Filippo snc
    80026 | Casoria (Napoli)
    + 081.6123099
    P.iva 08406411218

    Social